Operaio in sciopero (io)

Operaio in sciopero (io)
Bologna 27/01/2011

Gli articoli scritti su l'Unità, e sul Mercurio!

venerdì 28 agosto 2009

Le famose dieci domande, che ancora aspettano risposta!!



Carissimo Signor Presidente del Consiglio , ora querelli anche me se vuole.
Essendo io un cittadino Italiano , credo di avere diritto di sapere cosa fa nel Esercizio delle sue funzioni un mio dipendente!!!

7 commenti:

disraeli ha detto...

diceva mia nonna: "Domandare è lecito rispondere è cortesia"....la meschina non sapeva che ci insegnava una massima sbagliata, "Domandare è illecito, denunciarlo è d'obbligo"......
......Nic ma cosa dobbiamo ancora vedere e sentire.............
mi sa che l'autonno sarà pieno di buffonate come i mesi trascorsi poveri noi.......

Nicola l'Operaio ha detto...

E già Antonella, e non solo buffonate, vedremmo anche dei drammi circa il lavoro penso io.
Comunque credo che ormai non ci sarà più una fine a stà pagliacciata, con il comico che si è messo bene in groppa!!!!!
Un salutone Nicola.

"Arturo" ha detto...

stupendo! Mi associo.

Alessandro ha detto...

per me va bene anche se lo scrive!! basta che vuoti il sacco!!

Nicola l'Operaio ha detto...

Bene ragazzi allor aspettiamo, non si sa mai che in un sussulto di orgoglio non risponda!

Daniela ha detto...

Chi vivrà, vedrà! Io credo piuttosto che se ne starà zitto in un angolo a leccarsi le carte, aspettando che tutto passi, in silenzio... magari meditando qualche piccolo "lodino" che renda incostituzionale fare domande al presidente del consiglio: una sorta di ummunità alla parola.

Nicola l'Operaio ha detto...

MAh, Daniela io ho dei dubbi, penso che prima o poi stesso i suoi lo metteranno alle strette, non per le domande, ma perchè avranno finalmente capito che, fintanto che lui vive, non ce ne per nessuno!
Già mi pare che Fini , è sempre più in disacordo con la politica del governo.
Questo la dice lunga su come va avanti questo circo!
Credo che ci sarà un giorno quando si troverà solo, pur con tutti i suoi soldi!!!
UN salutone a te amica.

Archivio blog