Operaio in sciopero (io)

Operaio in sciopero (io)
Bologna 27/01/2011

Gli articoli scritti su l'Unità, e sul Mercurio!

martedì 16 giugno 2009

In(giustizia)sociale.

Mentre stò lavorando, ad una temperatura tropicale(visto che saldare di questi tempi,è durissimo), quindi con il naso dentro la maschera ad una temperatura tropicale, penso e mi chiedo: Ma è mai possibile che uno che fa un lavoro come il mio, debba fare 40 anni di lavoro(non credo che sia possibile, nel senso che penso che lasceremo prima per impossibilità di lavorare, sopratutto fisica)per prendere una pensione che non mi basterà a fare una vecchiaia dignitosa, mentre ci sono delle persone che si arrogano il diritto di decidere con quanto al mese devo vivere io e la mia famiglia, e queste persone , apparte il fatto che non lasciano mai il lavoro finchè non impossibilitati (non fisicamente, perchè non hanno mai fatto una mazza) che prendono una mareea di soldi.
Avrete capito di chi parlo (politici ,e personaggi che orbitano intorno alla politica ).
Ora mi chiedo se , non sarebbe ora che venisserò appiatitte tutte la categorie dei lavoratori, almeno per quanto riguarda la pensione!
Non sarebbe meglio che la pensione fosse inversalmente proporzionale allo stipendio che uno ha preso, almeno da una certa cifra in sù!
Chessò, chi prende fino a duemila euro di stipendio, che prenda la pensione per l'80% dello stipendio, ma da qui andare in sù, più ne prende di stipendio, meno dovrebbe prendere di pensione, altrimenti ci sarà sempre una disugualianza, che nel tempo è diventata tele che grida giustizia da tutti i pori.
Lo so,qualcuno mi dirà che ha versato i contributi , maggiori , per cui gli tocca la pensione in base ai contributi versati, ma non dimmentichiamo che i contributi li ha versati sempre con i soldi sotratti alla comunità (il caso dei politici) perchè le leggi le hanno fatte loro.
Poi , per quale motivo uno che fa due anni sei mesi ed un giorno di una legislatura , ha il diritto alla pensione?
E' ora che si vergognino, è ora che l'età del pensionamento vada rialzata anche per i politici (ma sopratutto che si guadagnino la pensione dimostrando quanto lavoro hanno fatto per la Comunità) e non perchè hanno scaldato gli scranni del Parlamento !!!
Io sono imbuffalito, e penso di interprettare il pensiero di molti poveracci come me,che magari la pensione non arrivano neanche a prenderla, causa deterioramento fisico , molto prima della fatidica data!
Bastaaaaaa!!!!!!!

4 commenti:

disraeli ha detto...

amore, ma lo sai che sei un sovversivo, salda a 4o°C e sii contento che hai un lavoro.

Ecco cosa ti direbbero caro il mio nic, la tua non è una proposta niente male, io livellerei tutte le pensioni perchè chi ha avuto uno stipendio alto spesso ha lavorato poco come dici tu a volte No, ma a prescindere da questo un vecchio ha diritto a vivere dignitosamente, come un bambino e andrebbero portati tutti a pari opportunità di vita.

Nicola l'Operaio ha detto...

Esatto Antonella,il problema è , che con le pensioni che ci troveremo noi, non vivremmo afatto!
Lo so che mi direbberò cosi,ma io lo penso e lo dico(lo farei anche in altre sedi, se avessi l'opportunità)
Comunque , a me viene una rabbia che non hai nemenno idea!!!!!!
Per stì defficienti,che credono di poter ordinare la nostra vita in tutto e per tutto(il bello è che lo fanno)e noi non siamo capaci di far nulla!!!!!!!
Un salutone Nicola.

Alberto ha detto...

Nicola, permettimi di aggiungere, oltre ai politici, anche i sindacalisti. Loro, in teoria, sono pagati per sostenere e difendere i tuoi diritti. Non mi pare che, in questi anni, lor signori siano stati capaci di difenderti il salario o la sicurezza nei luoghi di lavoro o, ancora, il tuo diritto a una pensione dignitosa. Il proliferare delle sigle sindacali e lo spostamento classe operaia verso la lega della, mi sembra confermare questa mia impressione. Tu che ne pensi!?

Nicola l'Operaio ha detto...

Non posso che darti ragione caro Albert, io pur essendo iscritto alla FIOM, non sono mai stato tenero con i sindacati.
Se in Italia abbiamo qualcosa come 700000 sindacalisti,ed abbiamo le paghe tra le più basse d'Europa, ci deve essere qualcosa che non quadra.
Mai sentito parlare del libro "L'Altra Casta", prova a leggerlo, e capirai molte cose.
Io l'ho fatto, anche se non ne avevo bisogno per avere una mia oppinione personale sui sindacalisti.
Detto questo,all'interno dei sindacati , ci sono persone meravigliose che fanno questo lavoro convinti della bontà del loro contributo.
Ma alla fine il tutto finisce come in politica,tanti che parlano, e pocchi che decidono!
Ahinoi!
Un salutone Nicola.

Archivio blog